Questo sito fa uso di cookie. Chiudendo questo banner e proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.

Vogliamo la stabilizzazione per i 530 collaboratori precari di Anpal servizi

Scritto il .

Temporeggiare per non risolvere, questo sta accadendo in Anpal servizi. Assumere altri 3000 lavoratori temporanei, i cosiddetti “navigator”, per aumentare il bacino dei lavoratori in cerca di fortuna, ma ancora nessuna risposta concreta per i precari, oltre 530 tra lavoratrici e lavoratori. Una stranezza senza precedenti, in cui una azienda di cui si avvale il Ministero del Lavoro, anziché proporre soluzioni volte alla stabilizzazione, mantiene e persevera una gestione mordi e fuggi a scapito della vita dei lavoratori. 450 lavoratori a tempo indeterminato a fronte di oltre 3500 con un contratto precario, questa sarà la struttura di Anpal Servizi nei prossimi mesi, un’anomalia unica. Gli incontri degli ultimi giorni, da cui si evincono impegni vaghi ed approssimativi, non lasciano ben sperare. E’ dunque ormai urgente un tavolo di confronto con il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, per affrontare in maniera specifica, una volta e per tutte, la stabilizzazione dei precari storici assunti con contratti di collaborazione, in caso contrario la mobilitazione continuerà senza sosta.

Comunicato in formato PDF