SEGUICI
ottobre 17, 2014

Infortunio sul lavoro

 

Quando un lavoratore in somministrazione subisce un infortunio sul lavoro, anche di lieve entità, deve darne immediata comunicazione all’agenzia di somministrazione e deve fargli pervenire, nel più breve tempo possibile, la documentazione che gli ha rilasciato il Pronto Soccorso, al fine di permettere all’agenzia di somministrazione di inoltrare la denuncia dell’infortunio all’INAIL.

Qualora il lavoratore non dia immediata comunicazione all’agenzia di somministrazione, e quest’ultima, non essendone venuta a conoscenza, non abbia inoltrato la denucia all’Inail, essa è esonerata da ogni responsabilità derivante dal ritardo della comunicazione dell’avvenuto infortunio.

Nel caso in cui la lesione non richieda un ricovero in ospedale, il lavoratore in somministrazione deve portare la documentazione rilasciata dal Pronto Soccorso al suo medico e farsi rilasciare la successiva certificazione. Se il lavoratore avrà necessità di prestazioni sanitarie a causa dell’infortunio, sarà esentato dal pagamento del ticket. Una volta che l’agenzia di somministrazione ha presentato la citata denuncia all’INAIL, sarà l’impresa utilizzatrice a dover rispondere all’INAIL circa l’infortunio avvenuto.

In caso di infortunio, l’agenzia di somministrazione deve corrispondere al lavoratore in somministrazione l’intera quota giornaliera della retribuzione per la giornata in cui avviene l’infortunio.

L’Inail erogherà l’indennità di inabilità temporanea che l’Agenzia dovrà integrare – per tutta la durata stabilita dal contratto – sino a raggiungere il 100% della normale retribuzione netta.

L’indennità giornaliera per inabilità temporanea assoluta ammonta al 60% della retribuzione giornaliera per i primi 90 giorni di inabilità e al 75% della stessa retribuzione dal 91° giorno in poi.

L’indennità Inail è erogata fino a quando il lavoratore non è in grado di riprendere il proprio lavoro e ne avrà nuovamente diritto in caso di inabilità assoluta conseguente a una ricaduta.

Qualora l’inabilità temporanea e assoluta causata dall’ infortunio sul lavoro dovesse proseguire oltre la scadenza del contratto, si può richiedere ad Ebitemp una prestazione aggiuntiva:

Infortunio sul lavoro che si protrae oltre la scadenza contrattuale (solo TD per un massimo di 180 giorni) fino ad un massimo di 6.300 euro

Invalidità permanente (che si manifesta entro un anno dall’infortunio). Fino ad un massimo di 50.000 euro riproporzionato per un invalidità tra 1 e 59%

Decesso sul luogo di lavoro (o invalidità superiore al 59%) contributo di 50.000 euro

La domanda va inviata ad Ebitemp entro 30 giorni dalla scadenza del contratto.